Olio di cocco – l’olio raffinato più sano del mondo

Olio di cocco, olio di lino, olio di palma, olio di cardo, olio di semi di zucca. O forse l’olio di riso, l’olio di semi d’uva, o il nostro olio di girasole polacco o di colza? Come scegliere l’olio più sano? Scoprite le proprietà dell’olio di cocco, che è un bruciatore di grassi, riduce il colesterolo e migliora l’immunità! Scoprite se l’olio di cocco è sano!

Olio di cocco

Olio di cocco – il segreto della composizione

L’olio di cocco è classificato come superfood (super cibo). E ‘una delle fonti più ricche di acidi grassi saturi per gli esseri umani. Circa il 90% di tutti i grassi contenuti nell’olio di cocco sono grassi saturi MCT, grazie ai quali l’olio di cocco ha molte proprietà salutari:

  • aiuta a perdere peso
  • aiuta a ridurre l’obesità viscerale
  • dà un’immediata iniezione di energia
  • regola il colesterolo
  • È battericida e antivirale
  • migliora le condizioni della pelle
  • allevia il morbo di Alzheimer (Prima del 1981; Lindeberg 1993)

Imparare fatti e miti sull’olio di cocco! Scoprite perché è sano. Imparare a usare l’olio di cocco.

Olio di cocco e malattie cardiache – il segreto della composizione

A causa dell’elevato contenuto di acidi grassi saturi, l’olio di cocco è stato sospettato di causare malattie cardiache. Ma questo non è vero! Uno studio in cui sono state esaminate centinaia di migliaia di persone non ha confermato alcuna connessione tra il consumo di olio di cocco e le malattie cardiache (Siri-Tarino, 2010). È stato anche osservato che gli abitanti delle isole del Pacifico meridionale traggono più del 60% delle loro calorie dalla noce di cocco, che è il più grande apporto di grassi saturi del mondo, e non hanno familiarità con le malattie cardiache! Come è possibile? L’olio di cocco contiene acidi grassi saturi, ma si tratta di grassi diversi da quelli presenti in una bistecca grassa. Si tratta dei cosiddetti MCT (trigliceridi a catena media), che sono trigliceridi a catena media:

  • aumentare i buoni livelli di colesterolo HDL
  • il colesterolo LDL cattivo si trasforma in una forma meno nociva
  • contribuiscono ad abbassare il colesterolo totale (Nevin, 2004).

Olio di cocco per dimagrire

L’obesità non è solo un problema estetico, ma anche un fattore di molte malattie della civiltà. Si credeva che l’obesità fosse solo una questione di eccesso di calorie. Ma le calorie sono ineguali. Da dove vengono le calorie è più importante della quantità di calorie. L’olio di cocco ha buone calorie grazie agli acidi grassi MCT, che vengono metabolizzati in modo diverso dai grassi normali.

Impara i nostri modi collaudati per perdere peso: www.centuria-agenzia.it/perdere-peso/

Controlla anche le nostre recensioni di prodotti per la perdita di peso come i cerotti Slimmestar.

Gli acidi grassi dell’olio di cocco non si accumulano come tessuto adiposo!

I MCT aumentano il consumo giornaliero di calorie fino al 5%, che può portare alla perdita di peso (Dulloo 1996)

Gli acidi MCT passano attraverso la vena porta direttamente al fegato dove si trovano:

  • utilizzato come fonte di energia veloce
  • trasformati in corpi chetonici che riducono l’appetito (McClernon, 2007).

Così, l’olio di cocco non provoca l’aumento di grasso, aumenta il consumo di calorie, riduce la fame e l’appetito – la perdita di peso e il controllo del peso diventano più facili.

Olio di cocco – una dieta per la pancia piatta

Vi state chiedendo come ridurre la circonferenza addominale? L’olio di cocco aiuta a ridurre l’obesità addominale, come dimostrato da studi scientifici. L’esperimento ha coinvolto 40 donne con obesità centrale, la cui dieta è stata arricchita con 30 ml (2 cucchiai) di olio di cocco al giorno. In 12 settimane, l’IMC e la circonferenza della vita delle donne sono diminuiti (Assunção 2009). Negli uomini con obesità viscerale che hanno consumato 2 cucchiai di olio di cocco al giorno, la circonferenza della vita è diminuita di 2,86 cm (Liau, 2011). La circonferenza addominale è diminuita, anche se i partecipanti non hanno ridotto le calorie né aumentato l’attività fisica. Hanno semplicemente aggiunto olio di cocco alla loro dieta! L’obesità addominale è pericolosa perché può causare disturbi metabolici, diabete o ipertensione. Il grasso addominale è il più difficile da rimuovere, quindi l’attività fisica dovrebbe essere sostenuta con l’aggiunta di olio di cocco alla dieta.

Olio di cocco e diabete

L’olio di cocco viene metabolizzato senza insulina grazie agli acidi MCT. Non aumenta il livello di insulina nel sangue, e questo è particolarmente importante per i diabetici e le persone in condizione di pre-diabete. Si tratta di un’iniezione di energia immediata, perché gli acidi MCT sono facilmente metabolizzati nel fegato. Il metabolismo accelera e il corpo usa il grasso a fini energetici. Questo aiuta nella perdita di peso e nel controllo del peso, e riduce il rischio di diabete di tipo 2 (Mercola, 2011).

Olio di cocco e batteri e virus

Quasi il 50% degli acidi grassi dell’olio di cocco sono costituiti da acido laurico, che viene convertito dal corpo in monolaurina. Sia l’acido laurico che la monolaurina aiutano a neutralizzare gli agenti patogeni come batteri, virus e funghi (Kabara, 1972). Uccidono, tra gli altri, i batteri Staphylococcus aureus e il lievito Candida Albicans, una fonte comune di infezione da lieviti umani (Ruzin, 2000; Ogbolu 2007).

Quale olio di cocco – raffinato o no?

L’olio di cocco non raffinato spremuto a freddo ha il maggior numero di sostanze nutritive, conserva l’odore e il sapore del cocco. Ma anche l’olio di cocco raffinato è molto prezioso – è l’olio raffinato più sano del mondo. La raffinazione è un processo di purificazione tecnologicamente avanzato che produce olio di cocco inodore. L’olio di cocco raffinato è più versatile in cucina e può essere usato anche da chi non ama l’odore del cocco. La raffinazione non distrugge gli acidi grassi di MCT, così l’olio di cocco raffinato mantiene le sue proprietà salutari. Quando si acquista l’olio di cocco, controllare se non ci sono informazioni sull’etichetta: “parzialmente idrogenato” o “completamente idrogenato”. I produttori sono tenuti ad includere tale dichiarazione. Se non è presente sull’etichetta, l’olio è privo di grassi trans nocivi.

L’olio di cocco non è olio di palma

L’olio di cocco a volte può essere confuso con l’olio di palma. In realtà, si tratta di oli diversi, anche le loro proprietà sono diverse. L’olio di cocco è talvolta chiamato burro di cocco o grasso di cocco. Viene pressato dal copra, cioè la carne delle noci di cocco di una palma da cocco. A sua volta, l’olio di palma è fatto con la polpa della palma da olio della Guinea – è una pianta completamente diversa dalla palma da cocco. Per saperne di più sull’olio di palma. L’olio di cocco è leggermente cremoso o bianco. A temperature superiori ai 25°C è liquido, quando la temperatura scende al di sotto di questo valore, si presenta sotto forma di grasso solido, che non influisce sull’uso e non riduce il valore nutrizionale.

Olio di cocco – uso in cucina

L’olio di cocco è il miglior grasso per friggere ad alta temperatura grazie al suo alto punto di fumo. Qual è il punto di fumo? È la temperatura più bassa alla quale il grasso viene scomposto in glicerolo e nei cosiddetti acidi grassi liberi. Questo è un punto critico perché poi l’olio perde le sue proprietà nutrizionali e il fumo che ne risulta contiene acroleina cancerogena. Quando l’olio comincia a fumare, il cibo fritto brucia, perde il gusto e il valore nutrizionale, e comincia anche a rilasciare sostanze cancerogene. Il punto di fumo dell’olio raffinato è fino a 204°C, quindi friggere sull’olio di cocco è più sano che sull’olio di colza o di girasole.

Punto di fumo di oli selezionati

  • Olio di arachidi raffinato – 230°C
  • olio di palma – 220°C
  • Olio di cocco raffinato – 204°C
  • olio di colza – 130-190°C
  • olio – 130-180°C
  • Olio di cocco non raffinato – 177°C
  • olio di girasole – 210-225°C
  • olio di sesamo non raffinato – 177°C

L’olio di cocco raffinato è inodore, quindi non influenza il gusto e l’odore del cibo. Mantiene la freschezza e le proprietà nutrizionali uniche più a lungo di altri oli.  Si possono preparare un sacco di prelibatezze con esso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *